Home Covid-19 Decreto di Aprile: tutte le misure a favore dei lavoratori

Decreto di Aprile: tutte le misure a favore dei lavoratori

Date

Le principali novità del Decreto di Aprile, al quale il governo sta ancora lavorando, riguardano: i bonus per professionisti e lavoratori autonomi, l’allungamento della Naspi e il Rem per chi, finora, è stato escluso dagli aiuti al reddito. 

BONUS INPS DA 800 EURO

Come già anticipato, il bonus Inps da 600 euro passa a 800 euro. Chi può richiederlo? Quanti nel 2019 hanno dichiarato un reddito non superiore ai 35 mila euro lordi. L’aumento dell’indennizzo si spiega con il rifinanziamento di altri 7 miliardi. Se per aprile il bonus riguarderà gli stessi beneficiari di marzo, da maggio saranno applicati nuovi criteri selettivi.

Vi ricordiamo che tramite il servizio online offerto da VisureSmart è possibile richiedere il bonus Inps, infatti, ci occupiamo di inoltrare direttamente la pratica all’Istituto assicurando la corretta e definitiva gestione. Per saperne di più: Bonus Inps da 600 euro, ottienilo in modo rapido e sicuro su VisureSmart.

REDDITO DI EMERGENZA

Il REM è l’aiuto al reddito destinato ai lavoratori esclusi dagli altri ammortizzatori sociali. Si stimano circa 2,5 milioni di persone. Per questa platea sono destinati 500 euro per due mesi, assegnati in base all’Isee. Al momento, pare che i futuri richiedenti potrebbero non vedere subito l’accredito del bonus, per il quale bisognerà attendere qualche mese.

PROROGA DELLA CIG

Se il Decreto Cura Italia prevedeva una durata di massimo 9 settimane, la nuova misura sulla Cassa Integrazione si allunga ad altre 9 settimane; con due suddivisioni: prima un finanziamento di 5 settimane, poi di altre 4. Questo, grazie a un rifinanziamento di 15 miliardi, di cui 13 per la cig e il resto per i fondi di solidarietà. Attualmente, il numero di lavoratori per cui le imprese italiane hanno chiesto la cassa è davvero notevole. Si contano 7,3 milioni, ai quali andranno aggiunti quelli interessati alla cassa in deroga. “In pratica la cassa integrazione è già stata chiesta per un lavoratore dipendente su due” (Corriere.it).

PROROGA DELLA NASPI E INDENNIZZO PER BADANTI

Come dichiarato dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, “Sarà prorogata di 2 mesi la Naspi e ci sarà un indennizzo per colf e badanti che non hanno potuto lavorare in questo periodo” (Corriere.it, Aiuti per famiglie e colf). Pertanto, si allunga l’indennità di disoccupazione per chi ha perso l’impiego (grazie a un finanziamento di quasi 1 miliardo di euro). Invece, le colf e le badanti regolarmente assunte che non hanno lavorato in questi mesi di emergenza, potrebbero ricevere un compenso che va tra i 200 e i 400 euro (in base al monte ore del contratto).

PROROGA DEI CONGEDI E DEI BONUS BABY SITTER

Nel Decreto di Aprile dovrebbe essere confermata la proroga per i congedi straordinari Covid-19 e per il bonus baby sitter da 600 euro. Pare che per i congedi ai genitori saranno previsti altri 15 giorni fino a settembre. Per i figli minori di 12 anni saranno retribuiti al 50%, per i genitori con figli dai 12 ai 16 anni il congedo non è retribuito. Ancora una volta, il limite di età non si considera nel caso di figli con disabilità.
Qui di seguito un articolo precedente per approfondire il tema: Coronavirus, congedi parentali, voucher baby sitter e legge 104.

LEGGI ANCHE

Bonus Inps da 600 euro: perché la richiesta rimane inevasa? Scopri come rimediare

Versamenti INPS e INAIL, pagamenti sospesi fino a giugno

Domanda di Reddito e Pensione di Cittadinanza, anche sul sito dell’Inps

Categorie