Scuola, assunzione di 4.500 insegnanti precari: approvato il decreto

Via all’assunzione di 4.500 insegnanti precari

Il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina ha firmato il decreto ministeriale che consentirà l’assunzione di 4.500 insegnanti precari. Copriranno i posti liberatisi lo scorso anno con i pensionamenti di Quota 100. Si attingerà dalle graduatorie a esaurimento (per il 50% dei posti) e da quelle dei vecchi concorsi ancora in vigore (per il restante 50%). I neo assunti firmeranno un contratto a tempo indeterminato, con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2019 e decorrenza economica dal 1° settembre 2020, primo giorno di servizio.

L’Azzolina ha commentato l’approvazione del decreto scuola con questi termini: “Si chiude finalmente un percorso cominciato in autunno […] Una battaglia che ho personalmente condotto per rendere giustizia a tutti quegli insegnanti che avevano diritto ad ottenere quei posti, ma non li hanno avuti perché non sono stati resi disponibili per le assunzioni del 2019”. I posti a disposizione erano 6.500, ma ne sono stati assegnati solo 4.500 per l’insufficienza di profili da assumere dalle graduatorie in corso di validità. “Un dato”, ha aggiunto il ministro”, che dimostra il bisogno di fare nuovi concorsi, per avere nuove graduatorie da cui attingere, soprattutto nella scuola secondaria”.

LEGGI ANCHE

Scuola: bandi per 61.863 insegnanti, concorsi in Gazzetta Ufficiale