Accompagnamento alla pensione 2021: c’è la proroga

Accompagnamento alla pensione 2021
Accompagnamento alla pensione 2021

Accompagnamento alla pensione 2021

L’accompagnamento alla pensione è stato prorogato fino al 31 dicembre 2023. A dirlo è l’articolo 1, co. 345 della legge n. 178/2020 (Legge di Bilancio 2021), che ha esteso fino a questa data la possibilità di andare in pensione con il meccanismo dell’isopensione. L’isopensione è lo strumento che permette di accedere al pensionamento anticipato. Di chiudere cioè in anticipo il rapporto lavorativo, previo accordo con il datore di lavoro.

Accompagnamento alla pensione 2021: a chi spetta

Possono aderire all’isopensione i lavoratori dipendenti del settore privato. La misura riguarda infatti esclusivamente i lavoratori di imprese con almeno 15 dipendenti. Inoltre, considerato che l’isopensione si rivolge a coloro a cui mancano al massimo 7 anni per andare in pensione, teoricamente possono aderirvi i lavoratori con età pari o superiore a 60 anni. 

Come funziona

L’isopensione consente dunque ai lavoratori che sono prossimi al pensionamento, di poter chiudere in anticipo il rapporto lavorativo. Necessario è naturalmente l’accordo con il datore di lavoro. Inizialmente, il meccanismo consentiva un anticipo dell’età pensionabile, fino a un massimo di 4 anni. A patto che l’azienda esodante desse, con oneri interamente a suo carico, un assegno ai lavoratori di importo equivalente alla pensione (l’assegno prende appunto il nome di ”isopensione”). L’importo è corrisposto per l’intero periodo di esodo, fino al perfezionamento dei requisiti per il pensionamento. Successivamente, il periodo di 4 anni è stato esteso (per il periodo temporale dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2023) a 7 anni.

L’assegno di esodo avrà alcune differenze rispetto alla pensione normalmente erogata dall’INPS. In particolare, sull’importo della prestazione non ci sono:

  • L’attribuzione della perequazione automatica.
  • I trattamenti di famiglia (ANF).
  • Le trattenute per il pagamento di oneri.

La misura mira ad agevolare il ricambio generazionale nelle imprese. La stessa direzione verso cui si dirigono le agevolazioni nei confronti dei nuovi assunti (per saperne di più, il nostro articolo dedicato Assunzioni 2021: tutti gli incentivi).