Home Auto Auto e moto green: gli incentivi

Auto e moto green: gli incentivi

Date

A partire dal 16 maggio 2022 sono stati previsti nuovi bonus per l’acquisto di auto e moto green, dunque elettrice o ibride. Vediamo, dunque, i nuovi bonus messi in campo dal Governo.

Auto e moto incentivi per acquisti green

Il Governo ha stanziato per il Fondo automotive 650 milioni di euro per l’anno 2022, 2023 e 2024. Nel totale, dunque, sono stati previsti 8,7 miliardi fino al 2030. Con i nuovi incentivi auto e moto il ministro dello Sviluppo economico ha spiegato che si tratta di una risposta concreta e attesa per il settore automotive.

La piattaforma delle prenotazioni delle auto e moto partirà ufficialmente il 25 maggio, ma i contratti di vendita, come detto, sono validi da lunedì 16 maggio.

La misure pluriennale si consente alle aziende di fare una programmazione industriale sulla via dello sviluppo.

Ha detto che gli incentivi non sono stati decisivi per la crisi del settore e hanno dovuto essere rivisti, ma hanno rappresentato uno strumento di emergenza per superare momenti difficili.

Ad aprile, le vendite di auto sono diminuite del 33% rispetto allo stesso mese del 2021 e del 44,4% rispetto ai livelli pre-COVID-19. Lo stesso incentivo all’attesa ha avuto un impatto negativo su ulteriori contratti di appalto. Secondo le previsioni del Centro Studi Promotor, l’effetto degli incentivi sarà rilevante, in quanto potrebbero portare a 200mila iscrizioni in più.

Leggi anche: Bonus gomme: cosa prevede il nuovo incentivo

Gli incentivi auto

L’acquisto di un nuovo veicolo categoria M1 nella fascia di emissione 0-20 g/km – ovvero un veicolo elettrico – costa fino a 35000 euro + IVA. Si può richiedere un contributo di 3000 euro, di cui se omologata al di sotto dell’Euro La classe 5 viene rottamata contemporaneamente.

Tali bonus ecologici saranno 220 milioni nel 2022, 230 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Per l’acquisto di un nuovo veicolo di categoria M1 nella fascia di emissione 61-135 g/km – ovvero un’auto termoassorbente a basse emissioni – il prezzo è fino a 35000 euro + IVA, se è possibile richiedere un contributo di 2000 euro mentre rottamazione, auto omologata sotto Euro 5.

Tali bonus ecologici raccoglieranno 170 milioni nel 2022, 150 milioni nel 2023 e 120 milioni nel 2024.

Gli incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici, ibridi, plug-in ed endotermici vengono assegnati solo a privati. Solo una frazione del denaro viene stanziata per le società di car sharing.

Incentivi auto green per le imprese

A favore delle PMI, anche persone giuridiche, per lo svolgimento dell’attività di trasporto merci a proprie spese o per conto terzi, è previsto che saranno effettuate donazioni per l’acquisto di veicoli commerciali nuovi di zecca delle categorie N1 e N2, esclusivamente motorizzati elettrico.

Gli incentivi vengono assegnati demolendo contemporaneamente veicoli omologati inferiori alla classe Euro 4.

Per i veicoli N1 sono riconosciuti fino a 6mila euro di bonus. Mentre fino a 14mila euro di bonus per i veicoli N2.

Incentivi moto

Sono stati anche previsti incentivi per l’acquisto di moto elettriche e ibride (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e). In particolare:

  • contributo del 30% del prezzo di acquisto fino a 3mila euro
  • contributo del 40% del prezzo di acquisto fino a 4mila mila euro se viene rottamata una moto in una classe da Euro 0 a 3.

Questo ecobonus è finanziato con 15 milioni di euro per gli anni 2022, 2023 e 2024.

Categorie