Nuove visure catastali, cosa sono e cosa contengono

Le vecchie visure catastali sono andate in pensione a partire dall’1 febbraio 2021 per lasciare il posto ad un nuovo formato. Questo nuovo documento nasce a seguito dell’attivazione, da parte dell’Agenzia delle Entrate, del SIT (Sistema Integrato del Territorio) per mezzo del quale è possibile incrociare dati cartografici e catastali così da avere informazioni complete e aggiornate.

Il nuovo modello, inoltre, presenta una struttura più omogenea e soprattutto descrittiva, così da permettere una consultazione immediata e semplice anche ai non addetti ai lavori. Vediamo insieme cos’è la visura catastale, come è composto il nuovo modello, come leggerlo e come funziona.

A cosa serve la visura catastale

La visura catastale è necessaria nel momento in cui si vogliono acquisire dati e informazioni riguardanti un terreno o un fabbricato.

La visura catastale fornisce:

  • informazioni riguardanti i dati identificativi e di classamento;
  • i dati anagrafici degli intestatari catastali;
  • i dati grafici del terreno;
  • l’indirizzo;
  • le monografie dei punti fiduciali;
  • l’elaborato planimetrico.

Se volete saperne di più, potete leggere il nostro articolo dedicato.

Se necessitate di una visura catastale con Visuresmart.it è semplice: bastano pochi click per richiedere una copia comodamente da casa.

Le sezioni del nuovo modello

La nuova visura catastale è suddivisa in sezioni, ciascuna caratterizzata da un colore diverso così da permetterne una facile consultazione. Sono presenti, inoltre, degli elementi grafici che agevolano ulteriormente la lettura dei vari dati e una legenda che fornisce tutti i chiarimenti necessari a comprendere il significato delle informazioni riportate nella visura.

Nella prima sezione del documento è presente l’intestazione della visura che contiene il logo dell’Agenzia delle Entrate, la direzione o l’ufficio provinciale che ha rilasciato la visura, la data e l’ora della visura, il numero della pratica, il tipo di catasto, la tipologia di visura e la data di consultazione.

Le successive sezioni sono suddivise in due colonne: nella colonna di sinistra sono presenti le informazioni censuarie, nella colonna di destra invece sono presenti le causali di aggiornamento e annotazione.

In queste sezioni troviamo:

  • Dati identificativi: In questa sezione troviamo le particelle relative al catasto terreni, per gli immobili inseriti nel catasto fabbricati. Inoltre, se presente, comprende anche i dati identificativi di sezione e il riferimento alla partita.
  • Indirizzo: Questa sezione è presente solo per gli immobili presenti nel catasto fabbricati e indica la denominazione urbana generica, l’odonimo, il numero civico ed eventualmente piano e scala.
  • Dati di classamento: Comprende i dati reddituali, la zona censuaria, la categoria di destinazione, classe e consistenza.
  • Dati di superficie: Questa sezione è presente soltanto per gli immobili iscritti al catasto fabbricati, che sono censiti in categoria ordinaria. Sono riportati i dati riguardanti la superficie totale e la superficie totale con esclusione delle aree scoperte.
  • Intestazione dell’immobile: In questa sezione sono riportati tutti i dati anagrafici riguardanti l’intestatario dell’immobile, l’eventuale denominazione per le persone non fisiche e il diritto di godimento dell’immobile.

Visura attuale e visura storica, le differenze

Esistono due tipi di visure catastali, la visura attuale e la visura storica. Entrambi sono documenti molto importanti, ma forniscono informazioni diverse che possono essere utilizzate per scopi diversi. La visura attuale presenta tutti i dati aggiornati alla data di richiesta del documento, la visura storica invece fornisce informazioni catastali relative a determinati periodi di tempo e suddivise in ordine cronologico, tenendo conto della data in cui le informazioni sono state acquisite dal database. Inoltre la visura catastale storica può essere richiesta in forma analitica, con il layout grafico introdotto dal nuovo modello o in forma sintetica con un formato tabellare più semplice.

  • La visura attuale si differenzia:
    • Per soggetto: riguarda la situazione catastale di un soggetto intestatario di immobili presenti nel catasto terreni o fabbricati.
    • Per immobile di catasto fabbricati: presenta i dati relativi alla situazione catastale di un immobile urbano.
    • Per immobile di catasto terreni: è relativo alla situazione catastale di un immobile rurale, che può essere un terreno o un fabbricato.
    • Per immobile di catasto terreni: riguarda la situazione catastale di un immobile rurale in catasto, ma con più qualità colturali nella stessa particella.
  • La visura storica si differenzia:
    • Per soggetto: riguarda la situazione catastale storica dell’intestatario di immobili in catasto terreni o fabbricati.
    • Per immobile di catasto fabbricati: è relativo alla situazione catastale storica di un immobile urbano.

Come richiedere la visura catastale

È possibile richiedere una visura catastale, sia attuale che storica, usufruendo dei servizi di Visuresmart.it in pochi e semplici passaggi. Il documento vi sarà consegnato direttamente tramite email. Inoltre, ricordate che se necessitate di supporto per il disbrigo delle incombenze burocratiche e per l’accesso a tutte le documentazioni necessarie, gli operatori di Visuresmart.it sono sempre a vostra disposizione per una consulenza completa e personalizzata sulla base delle vostre esigenze.

Powered by VISURESMART.IT srl

Società a socio unico

Sede legale: Via Bertola 2,
10121 Torino (TO)

Sede operativa: Via Arsenale 27
10121 Torino (TO)

P.Iva: 12341450018

Licenza SCIA prot. n. 45055
del 30/09/2020

Mail: info@visuresmart.it