Visura camerale: il passaporto delle imprese. Cos’è e a cosa serve?

La visura camerale è un documento importantissimo per tutte le società di capitali o di persone e per le imprese individuali. Si tratta di un vero e proprio “passaporto” che raccoglie tutti i dati riguardanti società e imprese.

La visura camerale è prodotta dalla Camera di Commercio e, dunque, può essere richiesta soltanto dalle aziende iscritte presso la CCIAA di competenza. In Italia, infatti, per svolgere un’attività economica come impresa, sia individuale che societaria, è necessario iscriversi obbligatoriamente al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio della provincia in cui l’azienda ha la propria sede.

Vediamo più nel dettaglio cosa contiene questo documento, a cosa serve e come richiederlo.

Cosa contiene una visura camerale

La visura camerale è un documento informativo ufficiale che contiene tutte le informazioni necessarie a tracciare il profilo finanziario, legale e amministrativo di un’azienda. All’interno di questo documento è possibile trovare tutti i dati riguardanti un’azienda come la data di iscrizione al registro delle imprese, la denominazione dell’azienda, la forma giuridica, la ragione sociale, la sede legale, il codice fiscale, il numero di partita IVA e REA, gli organi di amministrazione e di controllo, le cariche sociali, i certificati posseduti e altre informazioni aziendali.

A cosa serve la visura camerale

La visura camerale è un documento utile tanto alle aziende, qualora necessitino di recuperare delle informazioni, quanto a investitori e fornitori o, ancora, a potenziali clienti e altri soggetti terzi che hanno necessità di conoscere l’azienda. Questo documento garantisce, dunque, il diritto degli stakeholder di verificare la reale esistenza di una società, la sua solidità, e la pubblicità legale degli atti che la riguardano, così da valutare collaborazioni, investimenti o proposte di acquisto.

Se necessitate di una visura camerale è possibile richiederla in pochi passaggi, compilando un semplice modulo su Visuresmart.it.

Visura camerale storica: cos’è e cosa contiene

Oltre alla visura camerale ordinaria, esiste anche un’altra tipologia di visura camerale, detta storica. A differenza di quella ordinaria, la visura camerale storica offre tutti i dati riguardanti un’azienda a partire dalla sua fondazione e le relative modifiche attuate nel corso del tempo. Questo documento permette quindi di ottenere informazioni riguardo a fusioni e scissioni, alle trasformazioni di forma giuridica e a tutti i depositi degli atti nel registro delle imprese.

Se avete bisogno di ottenere una visura camerale storica, potete sempre fare affidamento sui servizi di Visuresmart.it per ottenere via email il documento richiesto in sole 3 ore o, nel caso di richiesta urgente, nell’arco di una sola ora.

Come è fatta una visura camerale

Una visura camerale, in qualità di documento ufficiale, è costituita da alcuni elementi caratterizzanti che ne attestano l’autenticità: il logo della Camera di Commercio, un Qr code, il numero di documento e la data di estrazione dal registro delle imprese. La visura camerale, poi, è suddivisa in categorie così da facilitarne la lettura. I vari dati saranno dunque raggruppati in diversi campi, come quelli relativi all’anagrafica, allo stato dell’attività, alle certificazioni, alla sede legale, ai soci e ai titolari di cariche amministrative, alle licenze e albi. Infine, sul documento sarà presente anche la data relativa all’ultimo protocollo.

Avete trovato utile questo articolo? Se avete dubbi o necessitate di una consulenza, gli operatori di Visuresmart.it sono a vostra disposizione: vi seguiranno passo per passo, rispondendo a tutte le vostre domande.

Powered by VISURESMART.IT srl

Società a socio unico

Sede legale: Via Bertola 2,
10121 Torino (TO)

Sede operativa: Via Arsenale 27
10121 Torino (TO)

P.Iva: 12341450018

Licenza SCIA prot. n. 45055
del 30/09/2020

Mail: info@visuresmart.it